RCF Arena Reggio Emilia: quale iter progettuale?

Il percorso progettuale di RCF Arena Reggio Emilia inizia nel 2016: Aeroporto di Reggio Emilia S.p.a. e Comune di Reggio Emilia promuovono un bando di gara per il finanziamento, la costruzione e la gestione di un’arena eventi sull’area non operativa dell’aeroporto di proprietà demaniale.

Il progetto ottiene anche il finanziamento pubblico di 1,7 milioni di euro da Regione Emilia-Romagna e Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (Fesr) 2014-2020/Asse 5.

A luglio 2017 Coopservice – capofila di un R.T.I temporaneo formato anche da Nial Nizzoli e Società Consortile Campovolo – si aggiudica il bando con una proposta di project financing, che prevede una compartecipazione economica alla realizzazione dell’opera.

A novembre 2017 il Consiglio Comunale approva il progetto definitivo di Arena Eventi Campovolo (realizzato da Iotti + Pavarani Architetti, Arch. Guido Tassoni, Lauro Sacchetti Associati), la Valutazione d’Impatto Ambientale e la relativa variante urbanistica, che aprono la strada ai lavori il cui termine è previsto nel 2020.

A marzo 2018 viene costituita C.Volo, la SPV formata da 7 imprese con funzioni operative e di gestione: Coopservice Soc.coop.p.A., Nial Nizzoli S.r.l., Arena Campovolo S.r.l., Smart Group S.c.a.r.l., Finregg S.p.a., Rcf S.p.a., Taste S.r.l.

Ad aprile 2018 partono i lavori di costruzione, il cui completamento è previsto per settembre 2020.

arena, cantiere, cvolo

iscriviti alla NewsLetter

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi