Skip to main content

Circa 200.000 persone accolte a Reggio in 8 giorni per i due grandi concerti alla RCF Arena. Un innegabile successo

  • news

L’ottima riuscita dell’evento di sabato 11 giugno “Una.Nessuna.Centomila. Il concerto” ha segnato un momento epocale per il territorio di Reggio Emilia: in 8 giorni sono andati in scena due grandi concerti da 100.000 spettatori ciascuno. Spettatori che, giunti da tutta Italia e non solo, hanno avuto l’occasione di vivere insieme un rituale collettivo entusiasmante, fatto di passione, amicizia, vitalità. Un rituale che tanto era mancato a tutti negli ultimi due anni. Ecco perché il concerto di Luciano Ligabue “30 anni in un giorno” del 4 giugno, e il sabato successivo “Una. Nessuna. Centomila”, il più grande evento di sempre contro la violenza sulle donne (con Fiorella Mannoia, Emma, Alessandra Amoroso, Giorgia, Elisa, Gianna Nannini, Laura Pausini) sono stati due momenti di grande festa per tutti coloro che vi hanno preso parte. 

La nuova RCF Arena ha confermato in queste due occasioni di essere una struttura straordinaria: ha definito un nuovo standard di accoglienza per quanto riguarda la qualità dei suoni, gli effetti visivi, gli allestimenti scenografici, il ricevimento degli spettatori, la visibilità del concerto da ogni settore. Ma anche la città ha dato una dimostrazione straordinaria per la capacità di accogliere due eventi così grandi a breve distanza: sicurezza, viabilità e logistica hanno retto senza grosse difficoltà, e trattandosi di fatto dei concerti inaugurali per la RCF Arena, per quanto riguarda le poche criticità emerse ci sarà ampio spazio di miglioramento in vista dei prossimi grandi eventi, ai quali la società C.Volo sta lavorando: già con il secondo appuntamento ad esempio la logistica ha evidenziato un netto passo avanti per l’afflusso e il deflusso delle auto e degli autobus.

Sul successo dei due concerti afferma il Sindaco di Reggio Emilia, Luca Vecchi: “I due grandi eventi della Rcf Arena hanno confermato quanto questa infrastruttura sia in grado di proiettare Reggio Emilia al centro della Music Valley. È stato un esordio davvero felice: per due volte nell’arco di una sola settimana 100mila persone si sono ritrovate per far festa, stare assieme nel nome della cultura e dell’impegno sociale, grazie allo straordinario contributo delle magnifiche artiste di Una, Nessuna, Centomila. Nei prossimi mesi e nei prossimi anni non ho alcun dubbio che RCF Arena saprà proporci altri eventi di grande qualità, nazionali e internazionali. Dal canto proprio la città ha dimostrato che l’esperienza dei precedenti concertoni è servita: ciò si è evidenziato nell’ottimo coordinamento interistituzionale che ha gestito gli aspetti dell’accoglienza, la logistica e la sicurezza. Di questo voglio ringraziare tutti gli attori: enti, istituzioni, associazioni di volontariato che, interfacciandosi fra loro e con la Prefettura, hanno dato ottima prova di sé”.

Aggiunge Roberto Olivi, Presidente di Coopservice che è parte della società C.Volo, la quale ha realizzato l’Arena: “Lo straordinario successo di questi primi eventi ci ripaga degli sforzi e della lunga attesa. Nel progettare l’Arena abbiamo voluto curare ogni aspetto per offrire al pubblico un’esperienza indimenticabile: la qualità del suono, la visuale sul palco, la sicurezza in ingresso e in uscita, l’accessibilità dei servizi. Ci sono molti altri luoghi che possono ospitare concerti, ma l’Arena è uno spazio unico, plasmato dalla musica per la musica. Non dobbiamo mai dimenticare che la musica è un linguaggio universale capace di farsi portavoce nel mondo. Come il forte messaggio contro la violenza sulle donne che sette grandi artiste hanno portato sabato sul palco dell’Arena. Un messaggio che si fa sostanza con l’impegno concreto a favore di sette centri antiviolenza italiani, ai quali va il nostro sostegno”.

Concludono Claudio Maioli, Manager di Ligabue, e Ferdinando Salzano, amministratore di Friends&Partners: “I due grandi concerti hanno reso l’arena “reale”. Reale perchè ora c’è e ha sopportato due invasioni di fans della musica davvero importanti reggendo benissimo. Reale perchè “da Re”, visto che pensiamo costituisca un nuovo standard di riferimento per grandi eventi: audio, visibilità, servizi con acqua corrente, sicurezza, accessibilità, tutto è a livelli nuovi e altissimi. Con i progettisti aggiusteremo i pochissimi problemi emersi dal collaudo e dopo sarà perfetta per accogliere i grandi eventi dei prossimi anni. Ora RCF Arena c’è, ed è unica in Europa e nel mondo. Reggio Emilia ne sia orgogliosa”. 

RCF Arena guarda al futuro con la consapevolezza che la struttura ha dimostrato la capacità di ospitare concerti di qualsiasi artista, nazionale come internazionale. Altre iniziative saranno proposte nel boulevard Iren Green Park già questa estate, grazie alla modularità di questo spazio che può ospitare eventi di intrattenimento, musicali, di promozione del territorio, raduni, festival organizzati da soggetti privati per valorizzare il territorio e la città.

iscriviti alla NewsLetter